Collana: Visionaria

Pagine: 192

Prezzo: € 15,00

ISBN: 9788894516050

Uscita: Aprile 2021

 
 

Sinossi

Così è al paese: le donne tirano su case impastando calce e pittando muri, i mariti appaiono loro in sogno dopo esser morti al mattino, tornando in bicicletta da casa di una prostituta.

Le famiglie si allargano e non sempre si amano, i fulmini possono prendersi i figli e i figli possono prendere treni per crescere altrove. Il comunismo è una promessa che si è esaurita presto in un orizzonte di povertà. A Bucarest le fabbriche producono bulloni al ritmo del progresso, ma subito fuori, nelle campagne, la vita ha il tempo delle stagioni, dei raccolti, delle leggende. Al paese si muore e si vive sotto il peso di un malocchio o d’una benedizione, o si sta legati a un albero come per pazzia. Lo sa bene Olga, che vive là da sempre, matriarca di una strampalata stirpe di cinque figli, due mariti, un amore giovane e biondo dietro al quale ancora si strugge. Olga che se avesse studiato di più sarebbe diventata imperatrice. È Elena, sua nuora, che dalla città vede ricorda e racconta tutto questo, vite minime di piccoli eroi in disuso e eroine qualunque sperse in un campo sotto il sole, esistenze in orbita attorno alla loro buona o cattiva stella.

Con una lingua incantata, comica e potente, capace di reinventare il mondo, Liliana Nechita allestisce una irresistibile saga famigliare in cui le parole hanno “effetti immediati e durevoli”, e ci ricorda perché ciò che abbiamo davvero amato non fugge mai troppo lontano da noi.

L'Autore

Liliana Nechita è nata nel 1968 in Romania e vive in Italia da più di 15 anni. Esordisce nel 2013 con un libro sul drammatico fenomeno migratorio delle donne e delle madri romene, Cireşe amare, che ottiene grande attenzione da parte del pubblico e della critica, pubblicato in Italia nel 2017 dall’editore Laterza col titolo Ciliegie amare. Nel 2013 le viene conferito il Premio Donna dell’anno per la promozione e la difesa dei diritti delle donne. Tra i suoi libri, caratterizzati da forti tematiche sociali e impegno civile, ricordiamo L’imperatrice (2016; prima ed. italiana fve, 2021), Bambole di fango (2019) e Piccola mamma (2020), suo primo lavoro scritto in lingua italiana.

WhatsApp Image 2021-04-17 at 08.09.12

Sul canale YouTube di FVE potete ascoltare alcuni dei canti contenuti ne L’imperatrice:

Extra

La dittatura di Ceaușescu 

Il dittatore Nicolae Ceaușescu è stato l’ultimo presidente della Repubblica Socialista di Romania dal 1967 al 1989, quando venne destituito, processato per crimini contro lo stato e infine condannato a morte: la sua esecuzione segnò la fine del regime comunista in Romania e l’apparente trionfo della rivoluzione rumena, che portò al passaggio, non indolore, alla democrazia. Ne L’Imperatrice viene messo in luce come il mito del comunismo reale si scontri con la realtà contadina, segnata dalle tradizioni e dalla povertà, dunque dalla necessità di migrare lontano dal proprio paese d’origine.

Media

Nicolae Ceausescu

Nicolae Ceausescu

Revoluzione Bucarest (immagine del National History Museum of Romania)

Revoluzione Bucarest
(immagine del National History Museum of Romania)

Recensioni e articoli

Condividi: